CORRETTA CONSERVAZIONE DEI MEDICINALI

CORRETTA CONSERVAZIONE DEI MEDICINALI

La gestione dell'armadietto dei medicinali da parte degli italiani? Disastrosa.

 
 

In ogni casa, di solito, c'è l'armadietto o il cassetto con la scorta di medicinali: non sempre tale scorta, peraltro necessaria, è gestita correttamente. Spesso farmaci ormai scaduti rimangono nel cassetto, la temperatura è troppo alta, il cassetto è alla portata dei bambini. In questi casi i medicinali, anziché svolgere la loro funzione importantissima di miglioramento della salute e della qualità della vita, possono diventare pericolosi.
Inoltre quello che molti non sanno è che la scadenza indicata sulla confezione va riferita alle confezioni integre e correttamente conservate.
I farmaci, una volta aperti, possono scadere prima della data riportata sulle confezioni, che è valida solo se restano intatti e conservati nelle condizioni prescritte. Infatti la luce, l'aria, l'umidità, gli sbalzi della temperatura, possono deteriorare anzitempo il contenuto, così come le ripetute aperture della confezione possono causare la contaminazione o l'inquinamento. Per questo motivo è opportuno annotare sulla confezione la data di prima apertura ed è consigliabile rispettare il periodo di validità, ove non fosse specificamente indicato sul foglietto illustrativo.
 
 
 
 
 
LA SCADENZA
 

  • su tutte le confezioni, con il lotto e la data di fabbricazione, è riportata la scadenza (il limite massimo ammesso è di cinque anni), termine ultimo entro il quale le confezioni conservate nel rispetto delle specifiche disposizioni possono essere utilizzate
  • le confezioni aperte hanno una validità ridotta (fanno eccezione i farmaci confezionati    singolarmente, come le compresse in blister), di cui parleremo anche più avanti
  • dopo la scadenza il dosaggio del farmaco può diminuire (e non essere più corrispondente a quello indicato in etichetta) oppure si possono formare sostanze potenzialmente pericolose
  • evita di gettare i farmaci scaduti nell'immondizia, all'esterno delle farmacie sono collocati appositi contenitori per la raccolta differenziata dei farmaci scaduti (nei limiti del possibile, per non ingorgare i contenitori, evita di buttare anche le confezioni esterne che sono di cartoncino).
  • Il concetto di scadenza è applicabile sicuramente ai prodotti cosmetici e dietetici anche se non è espressamente riportata in etichetta; in caso di dubbi chiedere informazioni al proprio farmacista.

 
VALIDITÀ DELLE CONFEZIONI APERTE
 

Forma farmaceuticaValidità dopo l'apertura*Colliri (flaconcino)15-20 giorni
Colliri (monodose)Scadenza confezione
Compresse blisterScadenza confezione
Compresse flacone4-6 mesi (togliere il cotone, se presente)
Fiale endovena ed intramuscoloPochi minuti
Gocce per bocca1-2 mesi
Gocce per naso15-20 giorni
Granulati barattolo1-2 mesi
Granulati busta5 giorni
Polveri da sciogliere5 giorni
Pomate tubo2-3 mesi
Pomate oftalmiche15 giorni
Pomate vaso5-7 giorni
Sciroppi1-2 mesi
SiringhePochi minuti
Spray per naso15-20 giorni



*salvo diversa indicazione

 
 
 
LA CONSERVAZIONE DEI FARMACI  
 
I farmaci vanno conservati:
 
  • sempre nell'involucro originale (il prodotto è anche protetto dall'umidità), senza gettare il foglietto illustrativo: non travasare mai sostanze potenzialmente pericolose in contenitori diversi dall' originale, tantomeno in contenitori per alimenti e bibite
  • normalmente a temperatura ambiente, in luogo asciutto ed al riparo dalla luce diretta alcuni farmaci (vaccini, insulina, calcitonine, gamma-globuline, granulari ai quali è stata aggiunta acqua etc.) devono essere conservati in frigorifero. Possono essere riposti in alto, facendo in modo che rimangano scostati dal fondo, possibilmente dopo aver controllato con un termometro che la temperatura sia compatibile con quella indicata sulle confezioni; non riporli mai nella cella del congelatore
  • in armadietto, chiuso a chiave e lontano dai bambini, è la soluzione più semplice
 
ATTENZIONE A:
 
  • umidità (es. bagno e cucina) perché capsule, compresse, cerotti etc. possono deteriorarsi precocemente; è utile eliminare il batuffolo di cotone presente in alcune confezioni di compresse (trattiene l'umidità)
  • congelamento dei prodotti conservati in frigo
  • durante la stagione estiva la temperatura dell' armadietto delle medicine non deve superare i 30 gradi
  • non lasciare i farmaci in auto, soprattutto d'estate
  • molti farmaci, una volta aperti, scadono nel giro di pochi giorni (colliri, gocce etc.)
  • se si verifica un guasto o black-out al frigo superiore ad un' ora, tutti i farmaci contenuti nel frigo stesso perdono la validità, devono quindi essere gettati e sostituiti.